Proposta di accordo tra la comunità di Cerisola e Villa Rocca e il Consorzio della Quarantina

PROPOSTA DI ACCORDO TRA LA COMUNITÀ DI CERISOLA E VILLA ROCCA
E IL CONSORZIO DELLA QUARANTINA
ASSOCIAZIONE PER LA TERRA E LA CULTURA RURALE

Premessa
Il progressivo abbandono della terra coltivabile è un problema comune a tutta la nostra montagna.
Le cause sono di origine diversa: calo demografico, innalzamento dell’età media, bassa redditività delle attività rurali, frammentazione della proprietà fondiaria, pressione della fauna selvatica sui coltivi, costi della vita sempre più elevati, mancanza di servizi essenziali, dissesto progressivo della rete stradale.
La trasformazione dei coltivi in boschi causa una perdita di valore dei terreni e una diminuzione delle potenziali risorse a disposizione delle comunità.

Definizione di comunità
Ai fini di questo accordo, con la definizione Comunità di Cerisola e Villa Rocca si fa riferimento all’insieme dei proprietari dei terreni e dei loro familiari. 

Finalità dell’accordo
Recupero produttivo di terre incolte e loro gestione collettiva da parte della comunità.

Durata
Indeterminata, senza vincoli temporali.
Si può uscire dall’accordo al termine di ogni stagione agraria.
L’adesione a questo accordo prevede la rinuncia a future acquisizioni per usucapione dei terreni da parte del Consorzio, dei singoli soci o di altri conduttori.

Terreni oggetto dell’accordo
Quelli presenti nell’elenco, evidenziati nella mappa allegata.

Esclusione
Dall’accordo possono essere escluse le terre attualmente in coltivazione o mantenute pulite dai proprietari, finché perdurino queste condizioni.

Estensione
L’accordo potrà essere esteso ad altre terre incolte ricadenti nel territorio delle due comunità.

Modalità
Il Consorzio della Quarantina si impegna a gestire i terreni che non verranno condotti direttamente dai proprietari o da loro familiari.
Nel caso di gestione diretta, il Consorzio della Quarantina affiderà i terreni a uno o più soci.

Lago di Rezzo
È prevista la realizzazione di un sentiero pedonale di libero accesso lungo le sponde.

Prati-pascoli
I prati verranno regolarmente sfalciati o utilizzati come pascoli a rotazione durante l’anno.

Seminativi
Nei seminativi saranno coltivate solo colture annuali, in rotazione.
Patate: di preferenza Quarantina Bianca, altre varietà tradizionali e nuove varietà locali.
Cereali: di preferenza antiche varietà di grano e di altri cereali; mais quarantino.
Legumi: di preferenza fagiolana quarantina e altre varietà locali.
Colture da sovescio: senape bianca, veccia vellutata e altre, da alternare nelle rotazioni.
Altre colture annuali.
Le colture poliennali, compresi i fruttiferi, sono consentite solo ai proprietari dei fondi.

Boschi
Con il consenso dei proprietari, le superfici boscate verranno ripulite, con interventi minimi di diradamento dove necessario.
La legna ricavata dagli interventi di pulizia e diradamento resta a disposizione del proprietario, salvo accordi diversi.
I boschi più radi potranno essere utilizzati come pascolo, se il proprietario è d’accordo.

Recinzione
L’area oggetto dell’accordo sarà recintata con filo elettrificato lungo il perimetro (corrispondente alla linea rossa nella pianta allegata).
La recinzione correrà in parte sul bordo di strade o sentieri interpoderali; in altri casi interesserà terreni privati. Quando possibile verrà posizionata lungo il confine dei fondi, privilegiando in ogni caso la riduzione degli interventi di manutenzione.
L’accesso ai fondi sarà agevolato dal posizionamento di numerosi varchi (cancelli con maniglie), anche su richiesta dei proprietari.
L’acquisto del materiale necessario è a carico del Consorzio, anche in caso di conduzione diretta dei fondi da parte dei proprietari. Verrà richiesto un contributo alla Regione.
La prima pulizia del perimetro esterno, l’installazione della recinzione e la sua manutenzione sono a carico del Consorzio e degli utilizzatori dei terreni che vorranno condividere questi lavori.

Contributo economico alla comunità di Cerisola e Villa Rocca
In cambio della disponibilità dei terreni gestiti direttamente dal Consorzio sarà riconosciuto un contributo economico annuale alla comunità di Cerisola e Villa Rocca, da versare entro fine anno in un fondo destinato alla copertura di spese per la manutenzione e l’utilizzo di beni comuni.
La decisione di come utilizzare i fondi è di esclusiva competenza della comunità.
Il contributo annuale dipenderà dalla forma di utilizzo effettivo dei terreni:
– 500 €/ha per i seminativi.
– 100 €/ha per i prati-pascolo.
– 50 €/ha per i boschi, solo se utilizzati come pascolo.

Rinuncia a contributi pubblici
Non saranno richiesti contributi pubblici per la pulizia dei terreni né per la loro successiva conduzione.

Il referente per il Consorzio della Quarantina: Fabrizio Bottari
tel.: 333.1007838  E-mail: fabrizio.villarocca@gmail.com