Home Notizie Campagna stop TTIP: Lettera agli europarlamentari italiani
Campagna stop TTIP: Lettera agli europarlamentari italiani PDF Print E-mail
Written by Administrator   
Friday, 05 June 2015 13:51

E' arrivato il momento di agire! Il 10 giugno il voto sul TTIP al Parlamento Europeo. Scriviamo agli europarlamentari per fargli sentire la nostra attenzione e presenza....
Potete utilizzare questa lettera, gli indirizzi divisi per circoscrizione sul sito di Stop-ttip-italia

Lettera da inviare agli Europarlamentari
(L’elenco degli Europarlamentari di maggioranza suddivisi per circoscrizione elettorale li trovate a questo link http://stop-ttip-italia.net/lelenco-degli-europarlamentari/ )

Gentile Parlamentare Europeo,


Il 10 giugno voterete una risoluzione che potrebbe avere un impatto fortissimo sul futuro dei cittadini europei: la risoluzione sulla Transatlantic Trade and Investment Partnership o TTIP. La bozza di risoluzione votata nella Commissione INTA il 28 Maggio non riflette affatto le preoccupazioni profonde e il dissenso manifestato dai cittadini europei e in Italia dalle oltre 240 associazioni, sindacati e organizzazioni che sostengono la Campagna Stop TTIP, dagli oltre 40 Comitati locali che la rappresentano nel territorio e da molte autorità locali, a partire dai comuni di Ancona e Milano, che con proprie mozioni e risoluzioni hanno manifestato il proprio dissenso rispetto ai contenuti e all’andamento del negoziato.
Queste obiezioni sono state rappresentate anche dai Suoi 13 colleghi che in Commissione INTA hanno votato contro la risoluzione Lange. E sono riflettute anche in molti degli emendamenti i suoi colleghi - e forse anche lei - avete presentato nelle diverse commissioni, e che il testo approvato dalla Commissione INTA, con il voto di alcuni tra i firmatari stessi, ha sconfessato. Alcuni di questi emendamenti li riportiamo in fondo a questa email come prova dell’evidente contraddizione tra alcune proposte che hanno raccolto pur largo consenso, almeno sulla carta, e il risultato ottenuto col voto del 28 maggio.
Un’ampia coalizione europea di oltre 375 organizzazioni e reti vi ha già scritto in vista del voto in INTA presentandovi tutte le proprie preoccupazioni e le minacce rappresentate dal trattato http://corporateeurope.org/…/meps-must-protect-public-eu-us…. Oggi con ancora più forza da tutta Europa stiamo contattando tutti voi, nostri rappresentanti in Parlamento, perché approviate una risoluzione decisa che chiarisca che il Parlamento Europeo respingerà ogni futuro accordo su commercio o investimenti che non sia negoziato nel pubblico interesse e minacci importanti diritti acquisiti in una lunga battaglia per la democrazia ancora in corso in Europa, negli Stati Uniti e nel resto del mondo.
Il nostro messaggio è chiaro: o il testo cambia radicalmente nel corso della Plenaria o Le chiediamo di respingerlo. Questo cambiamento deve necessariamente prevedere, in maniera inequivocabile, che vengano eliminati dal testo ed esplicitamente esclusi come possibilità future
1. l’ Investor State Dispute Settlement (ISDS) o ogni altro analogo sistema che preveda un simile, anti-democratico meccanismo, tanto con profilo di arbitrato privato quanto pubblico
2. La Cooperazione regolatoria Usa-Ue nella forma proposta
3. La liberalizzazione dei servizi pubblici e la deregulation dei servizi finanziari
4. L’indebolimento, nei fatti, del principio di precauzione e della sicurezza alimentare, sociale e ambientale
5. I riferimenti ad ogni precedente trattato che nei fatti li prevede/introduce/non esclude (es. CETA)

 


Il potere che lei ha di approvare o respingere questa risoluzione gliel’abbiamo dato noi. Non svenda questa possibilità di fare la cosa giusta per fare un piacere agli interessi sbagliati.


Firma

Last Updated on Monday, 01 February 2016 21:29
 

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information