Home Notizie Proposta di costituzione di una cooperativa in Campania
Proposta di costituzione di una cooperativa in Campania PDF Print E-mail
Written by Lia Taddei   
Sunday, 04 June 2017 06:47
Antiche Terre

Buongiorno, sono Lia Taddei .
Credo ricordiate il nostro progetto ANTICHE TERRE GIOVANI PROGETTI  che dal 2015 ha iniziato a girare sul web. Alcuni di voi ci hanno intervistato, altri hanno parlato di noi sulle loro pagine.
Vorrei proporvi oggi un’idea che potrebbe risultare molto utile per il futuro di tanti ragazzi: si tratta di INDIVIDUARE GIOVANI COMPETENTI E MOTIVATI PER TRASFORMARE UN’AZIENDA AGRICOLA RIGOGLIOSA CASERTANA DA SOCIETÀ INDIVIDUALE IN COOPERATIVA.
Allora il progetto era quello di assegnare in comodato d’uso le nostre terre in Toscana e Piemonte a giovani che se ne prendessero cura praticando un’agricoltura sostenibile.
Da allora sono successe molte cose, abbiamo ricevuto circa 650 proposte !!! Tra le  tante abbiamo individuato quelle di  3 ragazzi,  abbiamo assegnato loro le nostre terre e li abbiamo aiutati a fare domanda per ricevere i fondi delle regioni per l’agricoltura; sul nostro esempio altri 6 proprietari di altre regioni ci hanno chiesto di pubblicizzare i loro terreni per lo stesso scopo  e da pochi mesi sono stati stipulati i contratti. La Signora Marina  Verza ha assegnato i suoi terreni in Umbria a 3 ragazzi e ugualmente ha fatto il Signor Antonio Buono in Campania.
MA ECCO L’ULTIMA NOVITÀ:
lo stesso signor Antonio Buono vuole ora trasformare la sua fiorente azienda Selvanova situata in provincia di Caserta in una COOPERATIVA.
Selvanova è una azienda vitivinicola, olivicola e agrituristica. Nata circa 20 anni fa produce vini e olio. Da sempre è biologica certificata. L’estensione complessiva disponibile è di circa 33 ha.
 Il progetto è senza dubbio arduo, ma credo interessante e soprattutto utile per il futuro incerto di molti giovani.
Scrive il signor Buono: “Il primo passo è quello di trovare persone motivate a trasferire queste passioni in progetto di vita ;subito dopo, lavorare alla costituzione di un gruppo dai rapporti relazionali sani, equilibrati e disponibili. Ogni soggetto dovrebbe predisporsi alla massima flessibilità”.
E così mi chiede aiuto per propagandare la sua idea. Allora ho pensato di chiedervi  la disponibilità a pubblicare qualcosa su questo progetto, sicura che, come in passato, il riscontro potrebbe essere notevole.
Di seguito il progetto redatto dallo stesso proprietario e la planimetria dell’Azienda.
Vi saluto cordialmente
Lia Taddei

www.relaissandesiderio.com/anticheterre/  
https://www.facebook.com/anticheterre.giovaniprogetti/


COSTITUZIONE DI UNA COOPERATIVA IN CAMPANIA
PROPRIETARIO:
Azienda Agricola Selvanova-Ditta individuale Antonio Buono
e-mail: This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it
www.selvanova.com

DOVE SI TROVA:
Campania, provincia di Caserta, Comune di Castel Campagnano
ABSTRACT:
Selvanova è una azienda vitivinicola, olivicola e agrituristica. Nata circa 20 anni fa produce vini e olio. Da sempre è biologica certificata. L’estensione complessiva disponibile è di circa 33 ha , di cui 8 a vigneto , 3 a oliveto , 4/5 da cantina, agriturismo e altri immobili. La rimanente superficie è a seminativo, pascolo e bosco.

COSA PROPONE:
LA TRASFORMAZIONE DELL’AZIENDA SELVANOVA DA DITTA INDIVIDUALE A COOPERATIVA
L’obiettivo è quello di trasformare l’Azienda da individuale a cooperativa. Con maggior precisione:  il proprietario per motivi vari non è più in grado di dedicarsi alla gestione dell’azienda ma piuttosto che cederla in vendita preferirebbe cederla in fitto ad un gruppo di persone/giovani guidati dalla stessa passione per la terra che ha guidato lui nel trasformare il Real Sito borbonico di caccia, abbandonato e ormai incolto, in una bella e sana azienda biologica.
Il fitto ,pur simbolico, andrà concordato.
Il primo passo è quello di trovare persone motivate a trasferire queste passioni in progetto di vita ;subito dopo lavorare alla costituzione di un gruppo dai rapporti relazionali sani, equilibrati e disponibili. Ogni soggetto dovrebbe predisporsi alla massima flessibilità.
Il progetto prevede due fasi:
1°Tutti i soggetti della cooperativa sono impegnati nelle attività già in essere ( che sono quelle dell’ azienda come su descritta) e che vanno potenziate e migliorate;
2° Nuovi progetti si ipotizzano e per occupare le superfici abbandonate e per  dare all’azienda una valenza anche socioculturale

Dal punto di vista della funzionalità economica è sufficiente portare avanti le attività già in essere.
Mentre per il rafforzamento del gruppo-cooperativa è opportuno promuovere incontri periodici per conoscersi meglio e per affrontare eventuali criticità relazionali.

PERSONE E PROFESSIONALITA' GIÀ ESISTENTI IN DITTA E ALTRE NECESSARIE  PER LA TRASFORMAZIONE IN COOPERATIVA

Rispetto le attuali organizzazione e attività le figure professionali impegnate sono: per l’Agriturismo un cuoco/a impegnato oltre che per la cucina anche per altre attività inerenti; un/una
addetto alla gestione della sala ristorante, alla ospitalità, alla amministrazione, alle pubbliche relazioni; per la filiera vitivinicola, un enologo, un cantiniere, due addetti alla gestione della vigna e dell’uliveto; infine un addetto al marketing e vendita. Per una efficace conduzione aziendale questi ruoli dovrebbero essere flessibili come accade in una piccola azienda “familiare”.**
Queste stesse figure potrebbero raddoppiare in quanto le risorse disponibili sono sottoimpiegate.

**N.B. Queste figure professionali sono già presenti in Azienda come “dipendenti” ma non tutti sono interessati a diventare soci di una eventuale futura cooperativa. Pertanto possiamo ritenere scoperte le professionalità su indicate.

Una stima prudente prevede almeno dieci soggetti beneficiari Ma questo dipende dalle proposte che potranno arrivare. Dipende anche se saranno soggetti singoli , nuclei familiari, o altro.

BENI E CONTINUITA’ NEL TEMPO
I beni necessari sono tutti già disponibili in Azienda. Per altri progetti si verificherà in una seconda fase
La continuità nel tempo dipende dal contesto relazionale positivo che i soggetti sapranno costruire e da un fatturato proporzionale alle esigenze di quanti saranno coinvolti

INVESTIMENTI
Gli investimenti per continuare le attività in essere sono già nella realtà aziendale.
Bisognerà calcolare gli accantonamenti per ammortamenti, eventuali costi per contoterzisti, eventuale manodopera esterna se necessaria, consumi ,ammodernamenti, digitalizzazione ecc.
La costituzione ufficiale della cooperativa è preceduta da un tempo (stimo un anno) di apprendistato che permetta a ciascuno non solo di apprendere un “mestiere” ma soprattutto di valutare il reale interesse  ad una vita in campagna e alla condivisione . La fase di apprendistato permetterebbe anche un guadagno seppur minimo.

SOSTENIBILITA' ECOLOGICA E SOCIALE
Uscire dalla cultura che prevederebbe la vendita, il fitto di mercato o altre soluzioni comunque con il solo obbiettivo di monetizzare al meglio, è di per se’ un cambiamento.
Ma questo progetto prevede tassativamente pratiche agricole rispettose dell’ambiente, incoraggiando anche pratiche sperimentali non soltanto agricole ma anche socio-culturali( asili in campagna, agri-scuole, serate a tema, campi scuola ecc.)

NOTE
Le note su esposte non sono esaustive, lo sappiamo. Ma ci aspettiamo un aiuto dagli stessi che sin dall’inizio vorranno interagire con noi inviandoci  richiesta di maggiori informazioni.

Quindi chi è interessato può inviare CV  in cui siano indicate le proprie competenze specifiche e la propria filosofia di vita solo ed unicamente a questo indirizzo e-mail : This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it

Antonio Bono e Eva Esposito

Planimetria Azienda Selvanova

 

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per offrirti un servizio migliore. Per saperne di piu sui cookie che utilizziamo e come eliminarli , vedere la nostra Informativa sui cookies.

Accetto i cookie da questo sito .

EU Cookie Directive Module Information